Trasferimento dati personali verso #UK in caso di #hard brexit?

25 Febbraio 2019

L’#EDPB ha adottato una nota informativa sui #trasferimenti di dati personali verso il Regno Unito in caso di #Brexit senza accordo con l’UE (c.d. hard Brexit). Infatti, in ipotesi di mancato accordo, dalle ore 00.00 del 30 marzo 2019, il Regno Unito diventerà Paese Terzo.

La nota individua 5 step che aziende e pubbliche autorità europee dovranno porre in essere in caso di trasferimento di dati personali verso il Regno Unito:

  1. Identificare quali trattamenti implicano un trasferimento di dati personali verso il Regno Unito.
  2. Individuare uno strumento appropriato per il trasferimento di dati personali. In assenza di una decisione di adeguatezza, l’EDPB elenca gli strumenti appropriati: clausole-tipo di protezione dei dati, clausole di protezione dei dati “su misura”, norme vincolanti d’impresa, codici di condotta, meccanismi di certificazione, le deroghe previste dall’art. 49 GDPR utilizzate a determinate condizioni e gli strumenti specifici di trasferimento a disposizione delle autorità pubbliche.
  3. Implementare, entro il 30 marzo 2019, lo strumento scelto per il trasferimento.
  4. Indicare nella documentazione interna i trasferimenti di dati personali verso il Regno Unito.
  5. Aggiornare le informative sulla protezione dei dati.

Viceversa, in merito al trasferimento di dati personali dal Regno Unito ai Paesi Membri dell’UE, il Governo del Regno Unito indica una continuità della libera circolazione dei dati personali anche in caso di #hard Brexit.

Fonte: EDPB