Nel 2013 le operazioni del Nucleo Speciale Privacy della Guardia di Finanza, svolte anche con l'ausilio dei reparti territoriali del corpo, hanno consentito di verbalizzare sanzioni per oltre 9,5 milioni di euro, dei quali circa 1,7 originati dai comandi periferici di volta in volta attivati. In forte crescita le segnalazioni all'Autorità giudiziaria per violazioni penali e relative, in particolare, alla mancata adozione delle misure minime di sicurezza a protezione dei dati personali, a violazioni sul controllo a distanza dei lavoratori, al trattamento illecito dei dati, alle false dichiarazioni e notificazioni al Garante della Privacy e per inosservanza dei provvedimenti dell'Authority.

Nel corso del 2013 la Guardia di Finanza ha effettuato 360 accertamenti sui settori sui quali il Garante concentra da tempo una particolare attenzione. In particolare gli interventi di maggior rilievo eseguiti a tutela del rispetto degli adempimenti su: videosorveglianza, telefonia e provider, società del settore delle moda, società della gestione di locali notturni, autosaloni e autorivenditori, istituti scolastici privati.