Il 19 e 20 novembre ’14 si è tenuto a Bruxelles il Congresso annuale europeo di IAPP (International Association of Privacy Professional) che ha visto la partecipazione di oltre 900 partecipanti fra i quali il Presidente di ASSO DPO Matteo Colombo e uno dei componenti del Comitato Scientifico Nadia Arnaboldi.

Durante il Congresso si sono alternati numerosi esperti mondiali in materia privacy che hanno discusso delle più importanti tematiche sulla data protection come il trasferimento dati estero, la geolocalizzazione, il geomarketinge il ruolo del DPO.

Importante è stato l’intervento di Luca De Matteis, membro della rappresentanza italiana presso l'Unione Europea con incarico anche sulla Data Protection, che ha descritto l’impegno profondo ed un certo grado di fiducia della presidenza italiana per la ricerca di un compromesso, da raggiungere prima della riunione del Consiglio UE dei primi di dicembre, per sciogliere i punti critici del pacchetto relativo al Regolamento Privacy UE.

Infatti i punti di vista fra gli Stati sono ancora molteplici e divergenti soprattutto su temi come “One Stop Shop”, l’applicazione del Regolamento alla Pubblica Amministrazione, il trasferimento dati all’estero e, visto quanto discusso ad ottobre 2014, il ruolo del DPO e la sua reale introduzione come figura obbligatoria nelle aziende.

Quindi, contrariamente a chi credeva che il pacchetto di riforma si sarebbe chiuso entro il 2014, dobbiamo pensare che il nuovo Regolamento Privacy UE vedrà la luce nel 2015.

 

Autore: Dott. Matteo Colombo - Presidente di ASSO DPO

Presidente di ASSO DPO
Dott. Matteo Colombo
Presidente di ASSO DPO