La Federal Trade Commission (FTC) il 18 novembre 2015 ha approvato un nuovo metodo che le società potranno utilizzare per raccogliere il consenso del genitore all’uso dei servizi online da parte dei figli minorenni.
Il metodo è chiamato FMVPI (“face match to verified photo identification”) e consiste nella possibilità per il genitore di manifestare il proprio consenso mediante un processo che si compone di più fasi.
In primo luogo: il genitore carica una propria foto personale identificativa (es. foto del passaporto o della patente); l’autenticità della fotografia viene verificata mediante tecnologie forensi.
Successivamente: il genitore carica un selfie scattato dal cellulare; il selfie viene analizzato tramite tecniche di riconoscimento facciale biometrico, per accertare che le persone ritratte nelle due foto coincidano.
Infine: dopo aver superato le due verifiche informatiche, le immagini sono analizzate da personale appositamente formato.
Terminata la procedura, il dato biometrico e biografico del genitore viene cancellato entro 5 minuti.
Il nuovo metodo rappresenta un’alternativa ai metodi già previsti dal Children's Online Privacy Protection Act 1998 –COPPA (quali ad es. la firma ed invio per email o fax di una fotocopia del documento di identità del genitore), che comunque restano validi.

http://www.dataguidance.com/dataguidance_privacy_this_week.asp?id=5392