Ogni giorno su smartphone e tablet utilizziamo tantissime applicazioni. Esiste una app praticamente per tutto. Ma spesso quando utilizziamo una app forse non ci preoccupiamo anche di tutelare la nostra privacy. 

Per esempio: fai attenzione a quanti e quali dati una app potrà trattare?
Una app può richiedere accesso alle immagini e ai file che conservi in memoria, ai contatti in rubrica, ai dati sulla geolocalizzazione, al microfono e alla fotocamera del tuo smartphone o del tuo tablet. Prima di installarla, cerca di capire quanti e quali dati verranno raccolti e come verranno utilizzati. Una app potrebbe richiede dati non necessari rispetto ai servizi offerti. Alcune informazioni raccolte dalle app potrebbero anche finire automaticamente online se le impostazioni di default lo prevedono. Potresti così rivelare a tutti informazioni personali anche senza accorgertene.

Alcuni spunti di riflessione
Sai che con il sistema di geolocalizzazione potresti far sapere involontariamente a tutti dove ti trovi? Hai mai pensato che i dati raccolti dalle app che misurano le tue prestazioni sportive o monitorano il tuo stato di salute potrebbero essere trasmessi a terzi? Se usi una app per la condivisione di foto e video, ti chiedi sempre prima se le persone riprese sono d'accordo a diffondere la propria immagine online? [VEDI ANCHE la scheda "Consigli Flash per tutelare la tua privacy se metti immagini online”]

Prima di installare e utilizzare una app, leggi sempre le condizioni d'uso e verifichi se è presente una privacy policy?
Informati su chi tratterà i tuoi dati personali e con quali finalità. Cerca anche di capire per quanto tempo verranno conservati i dati personali che ti riguardano e se possono essere condivisi con terze parti per finalità commerciali o di altro tipo.

Sai che insieme alle app potresti scaricare virus e malware pericolosi per la tua privacy?
Per evitare rischi, è bene fare attenzione alla fonte di provenienza delle app e installare software anti-virus in grado di proteggere i dati personali da eventuali violazioni.

Ti domandi da dove provengono le tue app?
Se non sei sicuro dell'affidabilità della fonte, è meglio rivolgersi ai market che offrono maggiori garanzie di controllo sul software. Se il market prevede la creazione di un account, informati sempre su come tratterà i tuoi dati.

Ti preoccupi di evitare che i minori possano scaricare e utilizzare le app da soli?
I più piccoli, infatti, sono meno consapevoli e più esposti al rischio di una raccolta e diffusione incontrollata di dati personali. Il primo strumento per tutelare la privacy è la consapevolezza.

Fonte http://www.garanteprivacy.it/app