Nella riunione di Parigi del 17 gennaio 2017, i Ministri della salute dei Paesi OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) hanno invitato gli Stati membri ad adottare un sistema di regole comuni al fine di favorire la creazione di una piattaforma condivisa per la corretta gestione dei dati sanitari, effettuati da soggetti pubblici e privati, per finalità di pubblico interesse (salute pubblica, scopi statistici e ricerca scientifica, fornitura dei servizi offerti).

Considerata la natura sensibile dei dati trattati, gli obiettivi della Recommendation on Health Data Governance, dovranno essere perseguiti nel pieno rispetto delle libertà individuali e della normativa sulla protezione dei dati personali.

Nello specifico, la Raccomandazione, che nasce dal confronto internazionale di istituzioni pubbliche e private, tra le quali, il Garante italiano per la protezione dei dati personali, individua  dei principi fondamentali a tutela della privacy, tra cui:

  1.  definizione di standard comuni per il trattamento dei dati,
  2.  necessità di informare correttamente gli utenti,
  3.  redazione delle barriere nello scambio delle informazioni sulla salute,
  4.  maggior coordinamento tra settore pubblico e privato,
  5.  adozione di adeguate misure a protezione delle informazioni.

 

Fonte: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/5901888