Sulla base di due segnalazioni pervenute in data 7 marzo 2017 e 17 marzo 2017, con cui si lamentava un contatto telefonico indesiderato, il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato i propri accertamenti nei confronti di due società che operano nel settore sanitario odontoiatrico e con il Provvedimento nr. 268 del 15 giugno 2017 ha vietato l'ulteriore trattamento a fini di telemarketing di circa un milione di utenze telefoniche fisse e mobili, utilizzate dalle predette Società senza rispettare la disciplina vigente in materia di protezione dei dati personali.


Nel corso delle attività di indagine è stato accertato, infatti, che le numerazioni utilizzate nel periodo gennaio – marzo 2017 per finalità di telemarketing, in parte erano state acquistate da una Società terza e per la rimanenza reperite sul sito www.paginebianche.it , e che la Società aveva avviato una campagna di telemarketing su dette utenze, senza verificare previamente l’utilizzabilità delle numerazioni acquisite, in particolare senza aver effettuato il controllo preventivo dell'eventuale iscrizione delle stesse nel Registro pubblico delle opposizioni.
Nel corso delle verifiche è emersa altresì l’inidoneità dell’informativa fornita sul sito web agli utenti che intendevano prenotare una visita gratuita, nonché la presenza di caselle di spunta prefleggate tra cui quella di consenso per la ricezione di newsletter.


L'Autorità ha quindi vietato alle Società l'uso dei numeri di telefono a fini di telemarketing e ha prescritto loro l'adozione di misure tecniche e organizzative per assicurare agli utenti la piena e tempestiva attuazione dei diritti riconosciuti dal Codice privacy (conoscere l'origine dei dati, le modalità e le finalità del trattamento, aggiornare, rettificare, cancellare i dati).
Il Garante si è riservato di contestare con autonomo procedimento sanzioni amministrative per gli illeciti commessi.

 

Fonte: http://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/6629169