La Cassazione che, con la sentenza 24583 del 20/6/2011 ha stabilito che la Legge 231 è applicabile alle holding solo quando l'amministratore di queste è direttamente coinvolto nell'affare illecito o è complice di chi ha commesso i reati. Un generico riferimento al gruppo non è sufficiente ai fini dell'accusa. Infatti con la sentenza 24583 del 20/6/2011, la Corte ha respinto il ricorso della Procura di Bari che si opponeva alla decisione del Gup con la quale sono state assolte alcune società finite nel mirino degli inquirenti per una maxi inchiesta sulla sanità pugliese.

I principi richiamati sono stati:

·          il coinvolgimento diretto dei vertici della holding.

In proposito si legge che «in effetti la holding o altre società del gruppo possono rispondere ai sensi della legge 231 ma è necessario che il soggetto che agisce per conto delle stesse concorra con il soggetto che commette il reato». In altri termini «non è sufficiente un generico riferimento al gruppo per affermare la responsabilità della società ai sensi della legge 231/2001». Ma questa non è l'unica condizione da soddisfare.

·         il gruppo deve aver ottenuto dall'affare illecito qualche utilità.

«L'altro elemento richiesto», si legge in sentenza, «è che il reato presupposto sia stato commesso nell'interesse o a vantaggio dell'Ente, interesse e vantaggio che debbono essere verificati in concreto, nel senso che la società deve ricevere una potenziale o effettiva utilità, ancorché non necessariamente di carattere patrimoniale, derivante dalla commissione del reato presupposto».

·         i vertici del gruppo abbiano commesso dei reati contemplati dalla 231 ( nella fattispecie corruzione ).

N.B. Labor Project s.r.l. ha realizzato e mantiene aggiornati i documenti che costituiscono questo file con la massima cura; tuttavia non viene fornita alcuna garanzia o promessa, esplicita o implicita, e nessuna responsabilità od obbligo viene assunto per quanto riguarda la completezza o la precisione delle informazioni contenute in questi documenti e pertanto si declina ogni responsabilità connessa al loro utilizzo.